Genova

Teatro Carlo Felice

Aldo Rossi

Materiali utilizzati

Campanili

Bardiglio

Rosso Antico Italia

Statuario Furrer

Verde Aver

I progettisti hanno dovuto misurarsi con le severe condizioni previste dall'appalto concorso bandito dal Comune di Ge nova, che imponeva, tra l'altro, di ricostruire l'edificio nella sua esatta posizione originaria, di reinserire nel corpo edilizio le parti ottocentesche ancora esistenti e di dotare l'apparato scenico delle più avanzate e sofisticate attrezzature disponi bili sul mercato. Anche il costruttore Mario Valle Spa, capofila del raggruppamento di imprese vincitore dell'appalto con corso, ha dovuto a sua volta cimentarsi con un'operazione di particolare complessità che è stata tuttavia compiuta nel rispetto dei tempi e dei costi richiesti dalla committenza.
Il teatro appare composto da un parallelepipedo maggio re, la torre scenica,  alto più di 60 metri e da un parallelepi pedo minore che contiene la platea, i foyer e i servizi per il pubblico. Si accede all'interno dal pronao ottocentesco e, attraverso un'ampia scala, si è immersi nell'atrio con bigliet teria e guardaroba. La sala a cavea di 1.600 metri quadrati permette un'ottima fruizione degli spettacoli da qualunque postazione ed è dotata di 2.000 posti a sedere; il palcosce nico simboleggia, nelle intenzioni dei progettisti, una piazza cittadina ed è circondato da facciate di edifici da cui si assi steva anticamente agli spettacoli teatrali.
L'impiego di marmo Bianco e Bardiglio contribuisce a sug gerire la suggestione di uno spazio esterno.

Altri architetti:
Ignazio Gardella, Fabio Reinhart e Angelo Sibilla